Benvenuti





A tutti quanti vorranno venirmi a trovare, qui, nel mio blog e magari lasciare un saluto... un commento..do' il mio benvenuto!




domenica 1 gennaio 2017

Buon Natale e Buon 2017


Mostaccioli.. peperati




Tutte le volte che vado a San Severo, in Puglia, compro i peperati che sono dei dolci tipici di questo paese e che vengono preparati soprattutto per la ricorrenza dei defunti. A noi però piacciono talmente tanto che mia zia Antonietta, ce li prepara quando sa di poterceli mandare.
In occasione del Natale ho voluto prepararli io e mi sono fatta dare la sua ricetta. Il risultato è stato entusiasmante, degli ottimi dolcetti che ho realizzato in un formato decisamente mini, rispetto a quelli che normalmente si vendono, che trovo troppo grandi e generalmente a forma di ciambella.

Ingredienti:
  • 500 gr di farina "00"
  • 200 gr di zucchero
  • 100 gr di cacao amaro
  • 100 gr cioccolato fondente a scaglie (io + 50gr di torrone di cioccolato fondente alle nocciole)
  • 1 uovo intero
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 tazzina di olio evo
  • 3 tazzine di mosto cotto (io + altre 3 tazzine)
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 100 gr mandorle tritate grossolanamente
  • 1 piz.co di chiodi di garofano in polvere
  • 1 piz.co di cannella in polvere
  • 1 piz.co di vanillina
  • buccia d'arancia grattuggiata
Preparazione:
Mescolare gli ingredienti, sulla spianatoia, fino ad ottenere un'impasto morbido ma non troppo appiccicoso. Tagliate dei pezzi d'impasto e realizzate dei serpentoni che appiattirete legermente con il mattarello, fino ad uno spessore di 1 cm circa. Tagliate dei rombi 7x4 cm e disponete su di una teglia con carta forno e infornare a 170° per 10/15 min max.
Sembreranno ancora crudi, ma basterà farli raffreddare per avere la giusta consistenza.. morbidi che si sciolgono in bocca!








domenica 10 luglio 2016

Pomodori con il riso


Piatto tipicamente estivo, i pomodori con il riso sono ideali per una cena semplice e gustosissima.
Questi sono dei grandi pomodori ripieni di riso e poi cotti al forno, magari con delle patate.

Ingredienti: 
Pomodori da riso  (1 a persona)
Riso (possibilmente quello che non scuoce) 1 o 2 cucchiai a pomodoro (questa quantità può variare in funzione della grandezza del pomodoro)
Olio evo qb
Basilico qualche foglia
Origano 
1 spicchio piccolo d'aglio tritato 
Patate (1 a persona, anche queste in funzione della loro grandezza)
Preparazione:
Laviamo i pomodori e tagliamo orizzontalmente la parte superiore, che costituirà il cappello del pomodoro ripieno. Scaviamo delicatamente, con un cucchiaino la polpa del pomodoro, facendo attenzione a non forare la superficie esterna e la mettiamo in una ciotola.
Mettiamo un po' di sale all'interno del pomodoro scavato e lo poniamo a testa in giù, su un piatto, per insaporire i pomodori e fargli perdere un po' della loro acqua. Nel frattempo facciamo a pezzi piccoli la polpa, possiamo anche frullarla con il mini pimer , e la condiamo con l'olio evo, il sale, l'origano, il basilico e lo spicchietto d'aglio.
Questo sugo ci servirà per condire il riso e può essere usato crudo, anche se, ultimamente ho visto che  è meglio cuocerlo un po', affinchè si addensi, in modo che il riso si mantenga più al dente.





A questo punto, lasciamo che il riso si insaporisca nel sugo e nel frattempo sbucciamo le patate, le tagliamo a pezzi e le condiamo, con olio e sale.  Riempiamo i pomodori con il riso condito, circa uno o due cucchiai di riso ciascuno, considerate che il riso cuocendo aumenta di volume, quindi bisogna fare attenzione a non riempirli troppo, altrimenti si spaccano. Ricollochiamo la cupoletta sulla sommità del pomodoro e disponiamoli in una teglia, nella quale tra l'uno e l'altro, metteremo anche le patate.
La temperatura per il forno è di 200° tempo di cottura sarà quello delle patate, all'incirca un'oretta.





mercoledì 3 febbraio 2016

Nevole o Cartellate con miele o mostocotto

Le Nevole sono dolci Pugliesi, ed in particolare questa ricetta, che mi ha dato  mia zia Antonietta, viene da San Severo, dove le abbiamo gustate a Capodanno.  

Ingredienti (per 70 pz piccoli):
1 kg Farina 00
3 Uova intere
200 gr Olio evo
3 cucchiai di zucchero
1/2 bicchiere di vino o spumante (volendo si può usare un liquore a piacere)

Preparazione:
Formare sulla spianatoia una fontana, con la farina, zucchero e al centro le uova, l'olio e il vino Impastare fino a che l'impasto non sarà compatto ed elastico. Dividere in porzioni che verranno poi stese a sfoglia sottile con la macchinetta. Tagliare con la rotella dentata delle strisce larghe 2 cm circa, e fare ogni 2 cm circa un pizzico che unisca i due lembi della striscia di pasta, e man mano arrotolare la striscia, continuando a pizzicare per bloccare la rosellina.
Friggere le roselline in olio di arachidi ben caldo, e porle ad asciugare su carta assorbente.
Infine colare sulla superficie un'abbondante quantità di mostocotto o di miele liquido, volendo possiamo cospargerle anche con della granella di mandorle.


Scorze d'arancia al cioccolato


Le bucce d'arancia candite e ricoperte di cioccolata sono una delizia e sfiziosissime come dolcetto per le feste Natalizie.
Ingredienti:
4 Scorze di arance non trattate e comunque ben lavate
300 gr Zucchero
200 gr Acqua
Q.b Cioccolato fondente
Tagliare le scorze delle arance a strisce larghe circa 1 cm e metterle a bagno nell'acqua fredda, per una giornata, cambiando l'acqua spesso. Farle asciugare, per 24 ore, ponendole su un canovaccio. 
Pesare le bucce d'arancia e metterle in un pentolino con la stessa quantità d'acqua e la stessa quantità di zucchero. Lasciare cuocere, le scorze nello sciroppo, mescolando spesso, fino a che lo sciroppo non si sarà asciugato, quasi completamente.
A questo punto, mettere le scorze di arancia candite ad asciugare su un foglio di alluminio e successivamente immergerle, una alla volta, nel cioccolato sciolto a bagnomaria.
Fare asciugare le scorze d'arancia sul foglio di alluminio e servire solo quando saranno completamente asciutte.



martedì 2 febbraio 2016

Buccellati o Cucceddati



Questi sono golosissimi dolci che si preparano a Natale in Sicilia. Un guscio di pasta frolla con un ripieno di fichi secchi, miele, mandorle, cioccolato e...
Igredienti pasta: 
500 gr Farina 00
250 gr Zucchero
250 gr Burro
30 gr Amido di mais
4 Uova (2 intere e 2 tuorli)
1/2  Bicchiere di latte
1 Bustina lievito per dolci

Ingredienti ripieno:
250 gr Mandorle tostate
100 gr Nocciole
300 gr Fichi secchi (io un barattolo di fichi secchi con rum e miele)
100 gr di Uva passa
100 gr Cioccolato fondente (io torrone alle nocciole)
1 Arancia scorza
50 gr di Cacao amaro

Preparazione:
Fare sulla spianatoia la fontana con la farina, l'amido di mais, lo zucchero, il lievito e al centro le uova, il burro ammorbidito. Impastare fino ad ottenere un'impasto liscio ed elastico e fate riposare in frigo per mezz'ora.  Nel frattempo tritate le mandorle, le nocciole, il cioccolato e la buccia d'arancia. Ridurre in pezzi piccoli i fichi secchi, mescolare negli ingredienti anche l'uva passa, il cacao e il miele. Stendere la pasta con il matterello e ritagliare dei rettangoli, sui quali porre al centro un cucchiaio di ripieno e poi richiudere il fagottino. Incidere in superficie. Disporre su una teglia imburrata e cuocere in forno caldo a 180° per circa 20 min. Fateli raffreddarli e spolverizzarli con lo zucchero a velo.

mercoledì 2 settembre 2015